Musei.it - Veneto - Padova

 
Museo Botanico - Erbario
 


Museo Botanico - Erbario di Padova
 
L'Erbario del Museo si costituisce nell'Ottocento a partire dalle raccolte personali dei prefetti dell'Orto Botanico Bonato e Marsili, nucleo poi arricchito da successive acquisizioni. La sede che accoglie le collezioni si trova nello stabile dinanzi all'Orto Botanico e ha subito una recente ristrutturazione, che ha permesso una migliore disposizione delle collezioni dell'Erbario, definitivamente distinte dal Museo Botanico. Le raccolte sono divise innanzitutto in base alla provenienza del materiale: abbiamo quindi un Herbarium Venetum, ascrivibile al territorio veneto, e Herbarium Generale, che comprende esemplari di provenienza europea, africana e americana, per un totale approssimativo di 500.000 campioni di piante, funghi, alghe, licheni, galle, semi, legni e frutti. Le raccolte risalgono a un periodo che va dalla fine del Settecento ad oggi e sono ascrivibili a personaggi importantissimi per la botanica, come Gola, Ugolini, de Visiani, Béguinot ed altri. Vale la pena nominare il contributo dello scrittore Ippolito Nievo, rappresentato qui con una raccolta di licheni e piante superiori e del pittore De Pisis, la cui collezione di felci e piante fu da lui donata all'Orto Botanico. L'Erbario espone anche una preziosa collezione di alghe, di proprietà di Achille Forti, che comprende quasi 100.000 microalghe e migliaia di diatomee su vetrini, e soprattutto una collezione di funghi, donata da Saccardo, studioso ed esperto micologo, che per primo classificò diversi esemplari. Si tratta di 70.000 campioni, collocati in tre armadi, che costituiscono un elemento di eccellenza del Museo. Oltre a queste l'Erbario espone due raccolte storiche di modelli di funghi, una di esemplari in creta creata da Egisto Tortori, l'altra di esemplari in cera di Carlo Avogadro degli Azzoni. Altre collezioni imortanti sono quella che comprende sezioni di legni di provenienza italiana e non, e la raccolta di semi e frutti conservati in provetta o in altri contenitori. L'Erbario è dotato anche di pannelli didattici risalenti al passaggio tra Otto e Novecento, prodotti in Germania e di diverso argomento.

Opinioni sul Museo
 
Nessuna opinione disponibile per questo museo!

Lascia la tua opinione --»
 


 
Ricerca in Musei.it
 



 
Altri Musei a Padova
 

 
Musei nelle citta' limitrofe
 

 
Visita anche:
 
 »  Monumenti Padova
 »  Palazzi Padova
 »  Abbazie Padova
 »  Eventi Padova
 »  Hotel Padova

Modifica scheda museo - Contatta Musei.it

Copyright © 2005/16 by Web Agency Midweb. Tutti i diritti riservati