Musei.it - Lazio - Roma

 
Cimitero dei Cappuccini
 


Cimitero dei Cappuccini di Roma
 
Il cimitero dei Cappuccini si trova adiacente alla Chiesa di Santa Maria della Concezione, costruita nel 1624 per volontà del cardinale cappuccino Antonio Barberini e ornata con i dipinti di Pietro da Cortona e Domenichino. Il corridoio attraverso cui si accede ai quattro ambienti del cimitero presenta all'ingresso la scritta Noi eravamo come voi e voi sarete come noi. In ognuna delle stanze sono raccolte le ossa di circa quattromila frati morti a Roma in un periodo che va dal Cinquecento al 1870. Le ossa sono posizionate in modo da formare ghirlande ed elementi decorativi mentre alcuni scheletri sono vestiti con i sai dei frati e collocati in nicchie anche esse composte da ossa. Si pensa che la realizzazione di queste cripte sia dovuta ad un francese scappato dal periodo del Terrore nel XVIII secolo e che una volta giunto a Roma abbia voluto in questo modo esorcizzare e porre simbolicamente fine all'Ancien Regime. Alcuni invece vi vedono una traccia di tipo massonico, mentre è possibile che sia solo un'opera dei cappuccini come monito riguardo la brevità della vita e del corpo. Si dice inoltre che la terra che si trova sul pavimento delle stanze provenga dalla Terra Santa.

Opinioni sul Museo
 
Utente: Frank + Claudia
Opinione:
abbiamo avuto la fortuna di poter visitare il cimitero quest´anno e siamo rimasti stupefatti dall´atmosfera piena di pace. Consigliamo la visita a chiúnque. e´stata un esperienza incredibile.

Utente: valentina
Opinione:
Io l'ho visitato quasi 20 anni fa e ancora lo ricordo benissimo... di sicuro è molto particolare, consiglio proprio di visitarlo.


Lascia la tua opinione --»
Visualizza tutte le opinioni --»


 
Ricerca in Musei.it
 



 
Altri Musei a Roma
 

 
Musei nelle citta' limitrofe
 

 
Visita anche:
 
 »  Monumenti Roma
 »  Palazzi Roma
 »  Abbazie Roma
 »  Eventi Roma
 »  Hotel Roma

Modifica scheda museo - Contatta Musei.it

Copyright © 2005/16 by Web Agency Midweb. Tutti i diritti riservati